sindacati confederali dopo il colloquio con lufthansa: meglio i tedeschi di air france

SINDACATI: COLLOQUIO CON LUFTHANSA – I leader di Cgil, Cisl e Uil, Guglielmo Epifani, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti hanno incontrato all’interno dell’ambasciata di Roma l’ambasciatore tedesco in Italia e alcuni emissari di Lufthansa. Lo riferiscono fonti sindacali. Al centro dell’incontro la possibilità che Lufthansa possa entrare in Alitalia. Lufthansa riferiscono le stesse fonti sindacali, sarebbe disponibile a entrare in Alitalia non solo con una quota di minoranza ma «anche con quote piu’ rilevanti».
«Nel corso dell’incontro – ha spiegato Angeletti intervenendo a “Radio Anch’io” – si è evidenziato l’interesse di Lufthansa a seguire le vicende Cai, anche se naturalmente ancora non c’è niente di concreto. Non dimentichiamo che il percorso per salvare Alitalia è appena iniziato. La proposta di acquisto della Cai dovrà essere realizzata e poi servirà l’ok di Bruxelles». Il leader della Uil ha poi chiarito i motivi che spingono i sindacati confederali a prediligere Lufthansa piuttosto che Air France come partner internazionale di Alitalia: «Non è ovviamente una questione di nazioni o di giudizi sulla qualità delle due compagnie, ma riguarda il fatto che la Francia è concorrente dell’Italia sul piano del turismo, questo è un elemento importante».

EPIFANI – Uno scambio di opinioni». Così il leader della Cg Epifani ha definito l’incontro avuto con i vertici di Lufthansa su futuro di Alitalia. «Abbiamo verificato la serietà e l’impegno di Lufthansa», ha detto a margine della manifestazione sulla legalità organizzata dai sindacati e Confindustria a Caserta. Alle domande dei giornalisti se nel corso dell’incontro si sia parlato anche della quota che la compagnia tedesca potrebbe prendere in Alitalia, Epifani ha risposto: «Su questo deve decidere la Cai, con noi non si parla di queste cose». Il segretario generale ha glissato anche sull’eventuale preferenza tra Air France o Lufthansa: «Su questo se la vedono con Cai». Quanto alla possibile intesa tra la Cai e i piloti Epifani ha chiosato: «Mi stupirei se i piloti non firmassero».

LETTA HA INCONTRATO IL PRESIDENTE DELLA COMPAGNIA TEDESCA – Intanto emerge che sottosegretario alla presidenza del consiglio Gianni Letta ha incontrato giovedì il presidente di Lufthansa Wolfgang Mayrhuber.

COLANINNO – «Soddisfatto? Certo che sono soddisfatto, abbiamo fatto un grande balzo in avanti: pochi giorni fa c’erano solo macerie e adesso vediamo la luce in fondo al tunnel». Così il presidente di Cai Roberto Colaninno ha commentato gli ultimi sviluppi della vicenda Alitalia in una intervista all’Unità. «È un bel passo avanti. Lo so che la politica continua a litigare, ma dovrebbe essere felice in questo momento: tutti hanno dato una mano per risolvere una crisi drammatica», dice Colaninno, che aggiunge: «L’invito di Veltroni mi ha fatto piacere, così come non mi è mai mancato l’incoraggiamento di Berlusconi, che ha sempre creduto al successo della proposta italiana», ma «se siamo arrivati ad un accordo il merito è di Gianni Letta che non ha mai mollato: ha fatto un lavoro straordinario». E sul futuro di Alitalia ha detto: ora «bisogna lavorare sodo, ci vogliono anni per conquistare il pareggio, ragazzi, non è che stiamo trattando un gioiello».

sindacati confederali dopo il colloquio con lufthansa: meglio i tedeschi di air franceultima modifica: 2008-09-26T11:38:27+02:00da bruno841
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento